Tratto da “Kinesiology – the health care system of the future?” e tradotto da Marinka Pockaj

Per le terapie complementari si sta aprendo un’epoca di una sempre maggiore accettabilità per cui mantenere la mente aperta ed esplorarne le possibilità sta diventando sempre più importante.

La Kinesiologia è un sistema di prevenzione della salute che medici, dentisti, osetopati e, più importante ancora, persone qualsiasi, stanno trasformando in rimedio naturale per qualsiasi cosa,  dall’ IBS – sindrome dell’irritazione dell’intestino- alla depressione, alle intolleranze alimentari, alle lesioni.
Perche? Non solo perchè i suoi principi hanno un senso ma anche perchè portano a dei risultati.

Ma che cos’è la kinesiologia e come funziona?

La Kinesiologia è un modo per ottenere informazioni di ritorno direttamente dal corpo della persona in merito a dove si trovano le aree problematiche, quali sono gli aspetti aggravanti e che cosa contribuirà a ristabilire lo stato di salute nel corpo.
Il Kinesiologo lo fa testando la capacità della persona di resistere ad una pressione lieve, applicata a vari muscoli. Anche coloro che praticano body building riveleranno degli squilibri al test muscolare.

Per capire come funziona dovete prima considerare due principi fondamentali

Siamo la somma di quattro fattori: chimico, mentale, strutturale ed elettromagnetico. Se uno di loro e’ stato influenzato, tutti lo sono.
Per esempio, mettiamo che una persona vi faccia BU!!!. La vostra prima reazione sarà di vigilanza improvvisa (mentale). Questa fa scattare l’innalzamento dei livelli di andrenalina (chimico). Dopo vi sentirete le ginocchia deboli (strutturale) e potreste accusare un’altra serie di emozioni (mentale) e anche distrubi elettrmoagnetici.
Ogni muscolo è connesso ad un organo specifico e anche ad un percorso elettromagnetico specifico che si chiama meridiano.

Quindi il quadricipite sopra la coscia è collegato all’intestino tenue e anche al meridiano dell’intestino tenue.

Immaginiamo che il Kinesiologo tratti il cliente e il quadricipite non regga alla pressione del test. La risposta sarà “molle”, debole, e indicherà uno squilibrio.
Allora si potrà scoprire se lo squilibrio risponde al trattamento chimico, emotivo, strutturale o energetico.
Ecco come:

Il Kinesiologo sceglie una vitamina, sostanza minerale o erba officinale e la mette in bocca al cliente oppure gliela fa annusare e ritesta il muscolo.
Se il quadricipite di colpo riesce a resistere alla pressione, il Kinesiologo sa che quel nutriente lo aiuterà a rimediare allo squilibrio.

Sul fronte del mentale il Kinesiologo chiederà al cliente di pensare a qualcosa che lo o la disturba; una paura, una relazione, un trauma.
Il Kinesiologo allora ripeterà il test.

Se il muscolo è forte, il cliente potrà sapere che quella emozione ha un ruolo in quello squilibrio.
Ricercando il convolgimento dell’aspetto strutturale il Kinesiologo chiederà al cliente di toccare parti specifiche del corpo. Se il muscolo, prima debole, diventa forte, c’entra anche un disallineamento strutturale. Potrebbe essere qualsiasi cosa, da uno spostamento pelvico ad una valvola intasata lungo il tratto digestivo, un rilievo molto comune in coloro che soffrono di IBS.
Se toccare alcuni punti specifici di agopuntura provoca un cambiamento nel muscolo forte, dal punto di vista elettromagnetico ciò significa che il meridiano ha bisogno di essere trattato.

Quando sia il cliente che il Kinesiologo sanno esattamente cosa è ricompreso nello squilibrio, il Kinesiologo lo tratta usando la nutrizione, i rimedi floreali, le tecniche di rilascio emotivo, la manipolazione strutturale dolce, il massaggio linfatico, varie tecniche elettromagnetiche, inclusa la digitopressione, e altro. A volte soltanto una di queste verrà utilizzata, a volte più insieme – tutto dipende dalle informazioni di ritorno del test muscolare del cliente che indicheranno cosa serve al corpo per rimediare allo squilibrio. Con la kinesiologia non si tira ad indovinare.

Aiuta a smettere di fumare, a dimagrire, nell’insonnia, a combattere lo stress, a gestire meglio l’ansia fino a farla scomparire, ed ingenere risolve tutti quei disturbi che la vita moderna ci causa.